CCIAA Pescara

FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO E DEI COMUNI DELL'ADRIATICO E DELLO IONIO "BRIDGING TO THE FUTURE": LA RIPRESA ECONOMICA PARTE DALLE PERSONE

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Home » Canali » Comunicazione » Press Room » Archivio comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
08-06-2017
FORUM DELLE CAMERE DI COMMERCIO E DEI COMUNI DELL'ADRIATICO E DELLO IONIO "BRIDGING TO THE FUTURE": LA RIPRESA ECONOMICA PARTE DALLE PERSONE


Uniti sotto i due mari, quelli dell’Adriatico e dello Ionio, oltre duecento persone per gettare le basi del futuro

PlenariaSi è inaugurata oggi, giovedì 8 giugno, nell’ottica della ricostruzione e della condivisione, la sessione plenaria dei Fora, il primo forum congiunto delle Camere di Commercio e dei Comuni dell’Adriatico e dello Ionio. Un momento importante, con oltre duecento delegati esteri, in cui fare il punto della situazione sulla governance europea in merito alla strategia Eusair, che punta alla valorizzazione della macro regione adriatico ionica ed allo sviluppo di ben 5 pilastri ritenuti fondamentali per la crescita dell’economia: la pesca e le tecnologie legate al mare; i trasporti e le infrastrutture; la qualità ambientale; il turismo sostenibile; l’imprenditoria femminile. Ma non solo: grande importanza dovranno assumere le politiche dei paesi coinvolti, Italia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Slovenia, Grecia, Albania, in merito all’industria 4.0, la nuova politica volta all’innovazione ed alla capacity building del tessuto delle micro, piccole e medie imprese europee.

L’evento di Pescara si arricchisce ancora più di significato, considerando che si tratta della prima volta in assoluto in cui si svolgono le riunioni delle assemblee dei due Forum, delle Camere e dei Comuni, nella convinzione che i cambiamenti partono prima dalle persone e poi dalle imprese. Con la costituzione di un segretariato unico dei due forum, inaugurato proprio in questi giorni, si mira a definire una progettualità efficace ed una forte condivisione dei progetti di sviluppo, lanciando le basi per un ponte tra presente e futuro – Bridging the future è proprio il titolo del Forum – ed affidando alla buona volontà ed alla competenza delle persone che partecipano alla iniziativa la possibilità di fare importanti passi in avanti.

§Plenaria tavoloLa sessione plenaria si è aperta con i saluti di Stefano Civitarese, Assessore alla mobilità del Comune di Pescara, che ribadisce il ruolo della governance, centrale nel dibattito di questi giorni, in merito alla ricostruzione delle regioni delle due sponde, dell’Adriatico e dello Ionio. “A partire dalle comunità locali, c’è la necessità di ricostruire dal basso politiche di sviluppo e cooperazione. Oggi siamo in un luogo simbolico, il Porto Turistico Marina di Pescara, ed è da qui che deve ripartire lo slancio per il cambiamento, presentandoci al resto dell’Europa più forti e coesi”. Slancio auspicato, anche, dall’Assessore alle attività produttive del Comune di Chieti Carla Di Biase.

“Siamo fieri di questo mare Adriatico che è alle nostre spalle” esordisce Rodolfo Giampieri, presidente del Forum delle Camere di Commercio “che è tornato ad essere un’infrastruttura che unisce e non divide. La macro regione conta oggi 3 milioni di imprese e 70 milioni di abitanti, numeri che ci invitano a fare del nostro meglio. Sarebbe un suicidio disperdere, ora, agli inizi della riforma camerale, le competenze e le professionalità delle Camere di Commercio: abbiamo l’obbligo di far comprendere agli amministratori quanto questi enti siano preziosi per avviare una politica di rilancio delle piccole e medie imprese dei paesi coinvolti.”

E sul tema economico ed il ruolo del sistema camerale prosegue il Presidente Becci della Camera di Commercio di Pescara “Gli scenari economici disegnati dai due mari aprono delle prospettive di sviluppo importanti su cui puntare. E noi abbiamo il dovere di rispondere a questa realtà in evoluzione con azioni efficaci e sinergiche che ci portino tutti dalla stessa parte. Gli enti camerali hanno qualità e competenze difficilmente rinvenibili in altre istituzioni ed è per questo che il sistema deve approfittare dei cambiamenti in cui è coinvolta per governare la ripresa”.

All’intervento di Becci, segue quello di Roberto Di Vincenzo, Presidente della Camera di Commercio di Chieti: “l’utilità di portare a Pescara e Chieti il forum è quella di lavorare sul tema delle specificità, restituendo centralità al nostro territorio.  Oggi e domani si incontreranno qui tante persone qualificate con tante esperienze per portare nuove opportunità di conoscenza. Se non si semina non si raccoglie e noi, con questa iniziativa, stiamo seminando in modo molto importante”.

In conclusione, l’Ambasciatore Fabio Pigliapoco, Segretario permanente Iniziativa Adriatico Ionica: “La strategia della macro regione adriatico ionica è basata sul principio di sussidiarietà. Attualmente sono stati investiti ben 33 mln di euro ed altri 70 saranno impegnati nei prossimi due anni. Possiamo, dunque, dire che il lavoro di questi anni sta cominciando a dare i suoi frutti (la strategia EUSAIR è stata approvata nel 2014) ma non dimentichiamo che tutto nasce da un’idea nobile come la pacificazione. Senza pace non si fanno affari”.

Ultima modifica

08/06/2017
Leggi anche
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni :: Azienda certificata ISO 9001:2008

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it