CCIAA Pescara

Porto commerciale: l'ingegnere Carlea arriva a Pescara

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Home » Canali » Comunicazione » Press Room » Archivio comunicati stampa » lettura Comunicati stampa
01-02-2011
Porto commerciale: l'ingegnere Carlea arriva a Pescara


Il provveditore interregionale alle opere pubbliche è stato ricevuto presso la Camera di Commercio di Pescara per decidere sulla questione dragaggio

Come annunciato la settima scorsa, oggi 1° febbraio, il Provveditore Interregionale alle opere pubbliche, l’Ingegnere Carlea, è venuto in visita a Pescara per valutare la situazione dell’insabbiamento del Porto di Pescara.

La giornata è iniziata con una riunione operativa presso la Capitaneria di Porto a cui ha fatto seguito un incontro, in Camera di Commercio a Pescara, organizzato dal Comitato del Forum dell’Economia e dello sviluppo, comitato nato per seguire costantemente gli sviluppi della vicenda ‘dragaggio’, denunciando, laddove necessario, i ritardi e le inefficienze burocratiche. Il Comitato, lo ricordiamo, è composto da: Daniele Becci, Bruno Santori, Francesco Scordella e Sabatino Di Properzio, in rappresentanza delle istituzioni e delle associazioni coinvolte.

All’incontro erano presenti, oltre all’ingegnere Carlea, al Vice Presidente della Camera di Commercio Salce ed al Comandante Verna: il Sindaco della città Mascia, l’Assessore regionale ai trasporti Morra, il Commissario per il bacino Aterno – Pescara Goio, il Direttore regionale ai trasporti Mannetti, l’Assessore comunale all’ambiente Del Trecco, ilConsigliere regionale Petri edil Presidente di Confindustria Pescara Marramiero.

La buona notizia, emersa dall’incontro, è lo stanziamento di 1 milione e 900,000 euro da parte del Provveditorato nazionale alle Opere Marittime che si andranno ad aggiungere alle 500.000 già stanziate e alle quali si sommeranno altri 2 milioni di euro da parte della Regione, come riferito, questa mattina, dall’Assessore Morra.

L’invito del Comitato del Forum dell’Economia e dello Sviluppo è di procedere verso un approccio strutturato al problema, caratterizzato sia dalla qualità dei fanghi da smaltire che dall’insabbiamento dei fondali, e le cui origini risalgono alla situazione fluviale di Pescara e alle sue correlazioni con l’assetto portuale.

Secondo il Comitato, per garantire la piena agibilità del porto, la darsena commerciale dovrebbe avere una profondità pari ai 7 mt, mentre il porto canale dovrebbe averne una pari ai 5 mt. A questa richiesta, l’Ingegnere Carlea ha risposto che, con i 2 mln e 400 mila euro subito disponibili, si potrà arrivare ad una profondità della darsena di 6 mt, utili ad assicurare un minimo di agibilità e di sicurezza nelle manovre delle barche e degli operatori commerciali. Iniziati questi lavori di urgenza, secondo l’Ingegnere, sarà necessario procedere alla bonifica della vasca di colmata, al fine di renderla utilizzabile per nuovi dragaggi e ristabilire le norme di legge.

Ferma la volontà del Comitato - che ha espresso grande apprezzamento per  l’impegno sinergico ed immediato di tutti gli organi istituzionali presenti questa mattina - a non abbassare la guardia di fronte ad una questione tanto importante per l’economia della città.

Pescara, 1/02/2011

Ultima modifica

01/02/2011
Leggi anche
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCCIAA

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it