CCIAA Pescara

Cancellazioni d'ufficio

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Visure in inglese
Qualificazione filiere
Servizio di Mediazione
Verifiche PA
Fatture -PA
Atti depositati
Registro Imprese
Trail Abruzzo
Worldpass
Contratti di rete
Birtt
Servizio SNI
Centro Estero

Imprese individuali e Società di persone cancellazioni d’ufficio (L.247/2004)

Il decreto n. 247 del 2004 disciplina il procedimento di cancellazione dal Registro delle imprese delle sole imprese individuali e delle società di persone. La procedura delineata dal regolamento – come sottolinea la Circolare del Ministero delle attività produttive n. 3585/C – è in linea con lo schema previsto negli articoli 2190 e 2191 del Codice Civile. Le circostanze indicate quali presupposti per l’avvio del procedimento di cancellazione non comportano la cancellazione in via automatica dell’impresa inoperante, ma consentono semplicemente agli organi della Camera di Commercio di attivare d’ufficio un procedimento preventivo di verifica, in esito al quale, solo se verranno accertati i presupposti previsti dall’ordinamento, sarà possibile disporre, non direttamente la cancellazione, che rimane di competenza del Giudice del Registro, ma l’avvio del procedimento di cancellazione.

 

Secondo quanto disposto dall’art. 2 del decreto in commento, si procede alla cancellazione dell’impresa individuale quando l’ufficio del Registro delle imprese accerta una delle seguenti quattro circostanze:

a) decesso dell’imprenditore;

b) irreperibilità dell’imprenditore;

c) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;

d) perdita dei titoli autorizzativi o abilitativi all’esercizio dell’attività dichiarata.

 

Secondo quanto disposto dall’art. 3 del decreto in commento, il procedimento per la cancellazione della società semplice, della società in nome collettivo e della società in accomandita semplice è avviato quando l’ufficio del Registro delle imprese rileva una delle seguenti cinque circostanze:

a) irreperibilità presso la sede legale;

b) mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi;

c) mancanza del codice fiscale;

d) mancata ricostituzione della pluralità dei soci nel termine di sei mesi;

e) decorrenza del termine di durata, in assenza di proroga tacita

Le imprese individuate in base agli indici di non operatività riceveranno a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, l’invito a richiedere la cancellazione dal Registro delle Imprese oppure a indicare elementi che dimostrino la permanenza in attività.

L’avvio del procedimento verrà inoltre pubblicizzato mediante affissione all’Albo camerale.

Decorsi 30 giorni dal ricevimento della raccomandata ovvero, 45 giorni dall’affissione all’Albo camerale nei casi di irreperibilità, senza che l’imprenditore abbia fornito riscontro, l’Ufficio del Registro delle Imprese proseguirà il procedimento, trasmettendo gli atti all’autorità competente all’adozione dei provvedimenti di cancellazione (Giudice delegato al Registro delle Imprese, per le imprese individuali, ovvero Presidente del Tribunale, per le società di persone ).

Resta comunque salvo il diritto della Camera di Commercio di ottenere il pagamento del diritto annuale eventualmente dovuto.

Riferimenti normativi

- D.P.R. 23 luglio 2004, n. 247: Regolamento di semplificazione del procedimento relativo alla cancellazione di imprese e società non più operative dal registro delle imprese.

- Circolare del Ministero delle attività produttive n. 3585/C del 14 giugno 2005  Regolamento di semplificazione del procedimento per la cancellazione dal Registro delle imprese di imprese e società non più operative (Legge n. 340 del 2000 - All. A, n. 9).

 

Società di capitali cancellazioni d’ufficio (art. 2490 c.6 C.C.)

La cancellazione d'ufficio è prevista per le sole società di capitali in liquidazione che non hanno depositato il bilancio per tre anni consecutivi, infatti, l’articolo 2490 ultimo comma del Codice Civile dispone che: “Qualora per oltre tre anni consecutivi non venga depositato il bilancio di cui al presente articolo, la società è cancellata d'ufficio dal registro delle imprese con gli effetti previsti dall'articolo 2495”

I criteri operativi di applicazione del procedimento di cancellazione in questione sono stati definiti dal conservatore del Registro delle Imprese di Pescara con la determinazione n. 578 del 25/10/2010, modificata dalla determina n. 66 del 25/11/2010 (leggi le determine).

Ultima modifica

09/04/2014
Leggi anche

Focus correlati

22-01-2018
Da domani 23 gennaio 2018, coloro che devono rivolgersi allo sportello Firma Digitale/Carte tachigrafiche della sede di ....
18-01-2018
Il Ministero dello Sviluppo Economico con nota n. 26505 del 16/01/2018 ha ritenuto non necessario aggiornare le misure ....
12-12-2016
Formazione gratuita ed accesso agevolato al credito. Questi sono i contenuti di "Crescere Imprenditori in Abruzzo", ....
09-12-2016
Torna la pillola settimanale d'informazione della Camera di Commercio di Pescara e del Centro Estero delle Camere ....
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCCIAA

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it