CCIAA Pescara

Metrico

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS

AVVISO: Comunicazione ai titolari degli strumenti di misura in ordine agli obblighi di verifica periodica introdotti dal D.M. 21 aprile 2017 n. 93

I titolari degli strumenti metrici di vari comuni della provincia di Pescara hanno ricevuto una nota informativa concernente l’applicazione del D.M. 21 APRILE 2017, N. 93 “Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale ed europea” entrato in vigore il 18 settembre 2017”.

Ai sensi di tale norma, che ha disposto la codificazione ed integrazione della normativa vigente in materia, gli strumenti di misura in servizio, soggetti alla normativa nazionale ed europea, utilizzati per le funzioni di misura legali, sono sottoposti alla verificazione periodica con le periodicita' di seguito indicate:

  • Strumenti per pesare a funzionamento non automatico: 3 anni
  • Strumenti per pesare a funzionamento automatico: selezionatrici ponderali per la determinazione della massa di prodotti preconfezionati ed etichettatrici di peso e di peso/prezzo: 1 anno
  • Strumenti per pesare a funzionamento automatico di altre tipologie : 2 anni
  • Sistemi per la misurazione continua e dinamica di quantità di liquidi diversi dall'acqua: 2 anni
  • Misuratori massicci di gas metano per autotrazione: 2 anni
  • Misure di capacità: 4 anni
  • Pesi: 4 anni
  • Indicatori di livello: 2 anni
  • Tassametri: 2 anni
  • Strumenti di misura della dimensione: 3 anni
  • Strumenti di misura diversi da quelli sopra riportati: 3 anni
  • Per i contatori dell'acqua, del gas, di energia elettrica attiva, di calore e per i dispositivi di conversione del volume si rimanda al D.M.  21 Aprile 2017, n.93.

 

DECORRENZA DELLA PERIODICITA’

Gli strumenti di misura sono sottoposti alla verificazione periodica con le periodicità sopra indicate che decorrono dalla data della loro messa in servizio e, comunque, da non oltre due anni dall'anno di esecuzione della verificazione prima nazionale o CEE/CE o della marcatura CE e della marcatura metrologica supplementare.

Per gli strumenti già oggetto di verifiche periodiche in conformità alle disposizioni dei decreti abrogati (riprodotte o non in contrasto con le disposizioni del decreto) la periodicità delle verifiche continua ad essere calcolata a decorrere dall’ultima verifica effettuata.

Per gli strumenti per i quali la periodicità della verifica risulta ridotta per effetto del decreto, la prima conseguente verifica successiva può comunque essere svolta entro un anno dall’entrata in vigore del decreto stesso se il relativo termine scade anteriormente.

Per gli strumenti in precedenza non soggetti a verifica periodica e per i quali tale verifica è stata introdotta dal decreto, la periodicità della verifica va calcolata di norma dalla data di messa in servizio, se disponibile, ovvero dal biennio successivo alla data del bollo metrico, se presente, ma la prima verifica può essere svolta entro un triennio dall’entrata in vigore del decreto se il relativo termine scade anteriormente.

Sono esclusi dall'obbligo della verificazione periodica:

  • sistemi di misura per il trasporto di gas su scala nazionale;
  • contatori del gas con portata massima fino a 10 m3/h compresi;
  • contatori del gas, con portata massima fino a 10m3/h compresi, con la conversione della temperatura che indicano il solo volume convertito;
  • strumenti utilizzati per funzioni di misura legali costituiti da misure lineari materializzate o misura di capacità di vetro, terracotta e monouso.

 

COME VERIFICARE SE LO STRUMENTO È SCADUTO

Controllare la presenza del contrassegno di colore verde recante il mese e l’anno di scadenza.

Richiedere una nuova verificazione periodica qualora il contrassegno riporti:

  • una data scaduta di validità;
  • una data ancora  valida ma sia stata eseguita la riparazione dello strumento che ha comportato la rimozione di etichette o di ogni altro sigillo anche di tipo elettronico.

Se il contrassegno non è presente, consultare la periodicità di verificazione dello strumento e la relativa decorrenza, indicate nella tabella sotto riportata.


QUANDO RICHIEDERE LA VERIFICA PERIODICA

Il titolare dello strumento di misura richiede una nuova verificazione periodica:

  • almeno 5 gg. lavorativi prima della scadenza della precedente;
  • entro 10 gg. lavorativi dall'avvenuta riparazione dei propri strumenti, i quali possono essere utilizzati, con i sigilli provvisori applicati dal riparatore, per un massimo di 10 gg. dalla riparazione e, successivamente alla richiesta di una nuova verificazione periodica, fino all'esecuzione della verificazione stessa. 

 

CHI ESEGUE LA VERIFICAZIONE PERIODICA

Le verifiche degli strumenti nazionali e di tutti gli strumenti per pesare a funzionamento non automatico possono essere eseguite:

a) dalla Camera di Commercio presso l’Ufficio metrico ubicato in Pescara - Via Conte di Ruvo, 2, con la seguente modalità: invio della domanda tramite PEC all’indirizzo cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it, utilizzando il modulo “Richiesta di verifica strumenti metrici presso la Camera di Commercio di Pescara”; verrà fissato un appuntamento e la tariffa dovuta potrà essere versata direttamente presso l’Ufficio metrico;

b)dall’Ufficio Metrico di questa CCIAA presso il luogo di utilizzo (obbligatorio per gli strumenti fissi) con la seguente modalità: invio della richiesta tramite PEC all’indirizzo cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it, utilizzando il modulo “Richiesta di verifica a domicilio di strumenti metrici” e allegando l’attestazione di versamento della tariffa dovuta;

c) da un Organismo o Laboratorio accreditato all’esecuzione della verifica periodica che potrà essere scelto consultando il relativo elenco disponibile sul sito internet di Unioncamere all’indirizzo www.metrologialegale.unioncamere.it; il Laboratorio provvederà a comunicare alla Camera di Commercio l’avvenuta esecuzione della verifica periodica.

 

N.B. La verifica degli STRUMENTI METRICI cosiddetti “MID” (riconoscibili dal marchio CE + lettera maiuscola M e le ultime due cifre dell'anno di apposizione iscritti in un rettangolo ma diversi dagli strumenti per pesare a funzionamento non automatico) può essere eseguita ESCLUSIVAMENTE dagli Organismi e dai Laboratori autorizzati dall’Unioncamere, risultanti dall’elenco pubblicato sul sito internet all’indirizzo www.metrologialegale.unioncamere.it (“Strumenti MID”).

 

QUANTO COSTA EFFETTUARE LA VERIFICAZIONE PERIODICA PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO

Per calcolare l’importo da pagare consultare il tariffario dei servizi metrici.

 

COSA FARE SE NON SI UTILIZZANO STRUMENTI METRICI

Qualora non vengano utilizzati strumenti metrici nell’ambito della propria attività, deve essere trasmessa via PEC all’indirizzo cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it la relativa dichiarazione, la quale consentirà la cancellazione dell’impresa dall’Elenco titolari degli strumenti di misura.

 

COSA COMPORTA L’UTILIZZO DI STRUMENTI METRICI NON IN REGOLA CON GLI OBBLIGHI DI VERFICAZIONE PERIODICA

L’utilizzo di strumenti metrici mancanti del bollo di verificazione periodica espone il contravventore alle sanzioni previste dalle leggi metriche nonché al sequestro degli stessi.

In applicazione degli artt. 5 e 6 del D.M. n. 93/2017, questa CCIAA si riserva di svolgere controlli casuali e attività di vigilanza al fine di accertare la corretta applicazione delle norme contenute nello stesso decreto.

 

QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEI TITOLARI DEGLI STRUMENTI DI MISURA SOGGETTI ALLA VERIFICAZIONE PERIODICA

Ai sensi dell’art. 8 del D.M. 21/04/2017 n. 93 i titolari degli strumenti di misura soggetti all’obbligo della verificazione periodica:

a) comunicano entro 30 giorni alla Camera di commercio della circoscrizione in cui lo strumento e' in servizio la data di inizio e di fine utilizzo degli strumenti nonché gli altri elementi di cui all'articolo 9, comma 2 del D.M. n. 93/2017 (*)

b) mantengono l'integrita' del contrassegno apposto in sede di verificazione periodica, nonche' di ogni altro marchio, sigillo, anche di tipo elettronico, o elemento di protezione;

c) curano l'integrita' dei sigilli provvisori applicati dal riparatore;

d) conservano il libretto metrologico (che verrà rilasciato dal fabbricante o dall’organismo che eseguirà la prima verifica periodica dopo l’entrata in vigore del D.M. n. 93/2017) e l'eventuale ulteriore documentazione prescritta;

e) curano il corretto funzionamento dei loro strumenti e non li utilizzano quando sono palesemente difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

Gli obblighi di cui alle lettere b), c), d) ed e), sono esclusi a fronte di eventi non prevedibili o rispetto ai quali non si abbia un effettivo controllo secondo i normali criteri di diligenza.

(*) Art. 9 comma 2

Le Camere di commercio formano altresì l’elenco dei titolari degli strumenti di misura, consultabile dal pubblico anche per via informatica e telematica ai soli fini dell’applicazione delle disposizioni del presente regolamento e della vigente normativa in materia di metrologia legale, contenente:

a) nome, indirizzo ed eventuale partita IVA del titolare dello strumento di misura;

b) indirizzo presso cui lo strumento di misura è in servizio, qualora diverso dal precedente;

c) codice identificazione del punto di riconsegna o di prelievo, a seconda dei casi e ove previsto;

d) tipo dello strumento di misura;

e) marca e modello dello strumento di misura;

f) numero di serie dello strumento di misura, se previsto;

g) anno della marcatura CE e della marcatura metrologica supplementare, nonché data di messa in servizio e di cessazione dell’utilizzo dello strumento di misura;

h) caratteristiche metrologiche dello strumento;

i) specifica dell’eventuale uso temporaneo dello strumento.

 

A CHI RIVOLGERSI PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Per ulteriori chiarimenti, rivolgersi alla CCIAA di Pescara via e-mail all’indirizzo ufficio.metrico@pe.camcom.it o telefonicamente ai numeri 085/4536266 oppure 4536216.

 

Nella sezione “Tipologie di verifica” sono disponibili i seguenti moduli:

- modulo per la richiesta di verifica presso la Camera di Commercio di Pescara

- modulo per la richiesta di verifica a domicilio

- tariffario dei servizi metrici

- dichiarazione di non utilizzo di strumenti metrici)

 

 

A decorrere dal 01.01.2000, le funzioni svolte dagli Uffici Provinciali Metrici sono state trasferite alle Camere di Commercio. L’Ufficio Metrico si occupa a livello provinciale della tutela del consumatore, con riferimento alla correttezza delle misurazioni negli scambi di merci e servizi. Garantisce, pertanto, la fede pubblica nei rapporti economici attraverso il controllo dell’efficienza degli strumenti metrici, la sorveglianza sui marchi di identificazione dei metalli preziosi, i sopralluoghi presso le officine meccaniche e i Centri tecnici che operano sui cronotachigrafi analogici e digitali, il controllo sui preimballaggi.

Al fine di migliorare il servizio all’utenza la verifica di strumenti metrici presso la Camera di Commercio di Pescara può essere effettuata il martedì e il giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00 su appuntamento che verrà concesso previa presentazione di specifica richiesta.

Al fine di migliorare il servizio all'utenza, la verifica di strumenti metrici presso la Camera di Commercio può essere effettuata il martedì e il giovedì pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 17:00 previo appuntamento (chiamare i numeri telefonici 085-4536266 o 4536216).

Ultima modifica

29/11/2017

Riferimenti in quest\'area

Viale Conte di Ruvo, 2, Pescara, Pescara, 65127, Abruzzo, Italia
Telefono: +39 0854536 266
Caricamento Google Maps.......attendere
Leggi anche

Focus correlati

01-09-2014
Nel secondo semestre dell’anno la Camera di Pescara procederà all’attività ispettiva in materia ....
01-04-2014
Dal 1 aprile 2014 entrano iin vigore le nuove tariffe per i servizi di metrologia legale. Nel settore della distribuzione ....
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni :: Azienda certificata ISO 9001:2008

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it