CCIAA Pescara

Progetto AntiDigital Divide

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Home » Canali » Innovazione tecnologica » Progetto AntiDigital Divide

Il presidente della CCIAA Becci (dx) ed il Presidente della Provincia Testa (sx)Con digital divide si intende il divario esistente tra chi può accedere alle nuove tecnologie messe a disposizione da internet e chi no. Le cause possono essere diverse: condizioni economiche, istruzione oppure, come quella in oggetto, l'assenza d’infrastrutture.

Il termine “assenza d’infrastrutture” indica l’esclusione di cittadini ed imprese dal collegamento veloce ad Internet garantito dalla tecnologia DSL, conosciuta anche con il termine “banda larga”.

La connessione veloce è un requisito tecnico irrinunciabile per la diffusione di alcuni servizi quali: l'avvio e la gestione di un'attività, audio/video on line, commercio elettronico, il telelavoro fino ad arrivare alla telemedicina, all'IPTV (televisione online) oppure alla teleconferenza o alla videochiamata.

Enti pubblici, aziende ed università utilizzano sempre di più internet come canale di comunicazione e di fornitura/richiesta di servizi. La sempre maggiore complessità tecnica di questi servizi ha la necessità di una velocità di connessione che solo un'ADSL o superiore può offrire, pertanto la diffusione della banda larga è considerata sia un fattore di crescita economica e occupazionale di un Paese, sia un elemento d'importanza strategica per la ripresa di competitività delle imprese italiane.

In presenza di una connessione lenta, diventano problematiche anche operazioni quotidiane come l'invio di un file di alcuni megabyte o l'apertura di una pagina Internet che non contenga solo testo. Le aziende non servite dalla banda larga subiscono ritardi di produttività, legata al tempo richiesto per svolgere attività che impegnano molto meno i concorrenti serviti da una connessione veloce.

Questo è uno dei motivi per cui un imprenditore preferisce spostare la propria azienda in una posizione geografica con maggiori servizi, tra i quali, appunto, quello della banda larga.

La copertura del territorio italiano con accessi a Internet a velocità superiori a 1 megabit/sec. resta al di sotto della media europea (95% di Regno Unito, oltre il 90% in Francia) e di Stati con un territorio più vasto dell'Italia e una più bassa densità abitativa e quindi più piccoli da coprire.

Nella provincia di Pescara sono molti i comuni non raggiunti da questa possibilità, per questo la Camera di Commercio di Pescara e la Provincia di Pescara hanno stretto un protocollo d'intesa per risolvere il problema.

Leggi il protocollo.

Ultima modifica

11/01/2011
Leggi anche

Focus correlati

25-09-2017
Il prossimo 5 ottobre parleremo di smartphone e tablet, di social network come Facebook o Instagram o altri, perchè ....
05-05-2017
Venerdì 12 maggio, alle ore 15.00, terzo (di 6) appuntamento con i seminari di Eccellenze in Digitale, il progetto ....
09-09-2015
Il 16 settembre, alle 17.30, partono le attività legate al progetto "Made in Italy, Eccellenze in digitale", ....
12-06-2013
Nei locali al pubblico del Registro Imprese nel palazzo della Camera di Commercio è attivo il servizio gratuito ....
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCCIAA

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it