CCIAA Pescara

Modello di Utilita'

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Visure in inglese
Qualificazione filiere
Servizio di Mediazione
Verifiche PA
Fatture -PA
Atti depositati
Registro Imprese
Trail Abruzzo
Worldpass
Contratti di rete
Birtt
Servizio SNI
Centro Estero
Cos'è
È una forma nuova di un prodotto industriale che dà maggiore facilità d'uso all'oggetto stesso, comportando una particolare efficacia o comodità di applicazione del prodotto.
 
Chi può brevettarlo
Qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica.
 
Durata
10 anni
dalla data di deposito della domanda, senza possibilità di ulteriore rinnovo.
 
Possono costituire oggetto di brevetto per modello di utilità i nuovi modelli atti a conferire particolare efficaci  o comodità di applicazione o d’impiego a macchine, o parti di esse, strumenti, utensili od oggetti di uso in genere.

I requisiti per ottenere un brevetto per modello di utilità sono: 

la novità: il modello di utilità è considerato nuovo se non è compresa nello stato della tecnica.
Lo stato della tecnica è costituito da tutto ciò che è stato reso accessibile al pubblico sia nello Stato che all'estero prima della data di deposito della domanda di brevetto, mediante descrizione scritta o orale, utilizzazione o qualsiasi altro mezzo

attività inventiva: il modello di utilità è considerato non ovvio e quindi implicante un'attività inventiva quando, per una persona esperta del ramo, non risulta in modo evidente dallo stato della tecnica

industrialità: il modello di utilità deve poter essere oggetto di fabbricazione e utilizzo in qualsiasi genere di industria, compresa quella agricola

liceità : non possono costituire oggetto di brevetto I modelli di utilità la cui attuazione è contraria all'ordine pubblico o al buon costume.

E’ consentito a chi chiede il brevetto per invenzione industriale di presentare contemporanea domanda di brevetto per  modello di utilità se si hanno dubbi sulla scelta del tipo di brevetto (invenzione o modello di utilità).

In questo caso va depositata la domanda completa di invenzione, con i relativi allegati e versamenti e solo la domanda ( modulo U)  per il modello di utilità, nelle annotazioni speciali sui moduli di domanda vanno riportate le annotazioni relative alla presentazione di contemporanea domanda ai sensi dell’art. 4 R.D. 1411/40.        

ESTENSIONE ALL’ESTERO 

Il brevetto per modello di utilità è presente in  Italia e in pochi altri paesi, le eventuali estensioni all’estero possono essere effettuate in paesi dove esso è previsto o si possono  utilizzare le procedure previste per le invenzioni.

 

Istruzioni, modelli e documentazione

Le istruzioni, gli importi e la modulistica sono disponibili sul sito della UIBM.

 


NOTE:

INDICAZIONI UTILI ALLA COMPILAZIONE DELLA DESCRIZIONE

La descrizione deve essere composta da:

  1. Titolo e Riassunto
  2. Descrizione
  3. Rivendicazioni

Titolo

La descrizione deve riportare nell’intestazione il TITOLO del modello di utilità, identico a quello riportato nella domanda e deve iniziare come segue:

DESCRIZIONE del modello di utilità avente per TITOLO:

...............................................................…………………………………………………………”,

a nome di ……..………………………………residente in ( o con sede in)....…………………...........Via……………………………………..n..................., di nazionalità…………………………………………..

depositata in data……………………………………………… con il n....................................”.

Riassunto

IL riassunto, che ha solo fini d’informazione tecnica, si deve limitare a quanto strettamente necessario per individuare il campo d’applicazione del trovato e le sue caratteristiche essenziali. Qualora sia necessario, dovrà essere fatto riferimento alle figure più rappresentative dei disegni allegati alla domanda.

Alla fine del riassunto, deve essere fatto un cenno sommario del modello di utilità, ampliando quanto risulta dal titolo della medesima ed una breve esposizione dello stato della tecnica nel momento in cui la descrizione è compilata.

Descrizione

Dopo il riassunto deve seguire la DESCRIZIONE vera e propria del modello di utilità, mettendo in evidenza le finalità che s’intendono raggiungere.

  • Campo di applicazione (indicare il campo della tecnica cui l’invenzione fa riferimento);

  • Stato dell’arte (fare riferimento allo stato della tecnica, per quanto se ne è a conoscenza);

  • Problema tecnico da risolvere (indicare problema tecnico di cui si propone la risoluzione);

  • Esposizione della soluzione del problema tecnico (illustrare la soluzione proposta al problema tecnico);

  • Descrizione dei disegni (descrivere sinteticamente i disegni, se presentati);

  • Funzionamento (descrizione dettagliata di almeno un modo di attuazione dell’invenzione);

  • Applicazione industriale (indicare esplicitamente il modo in cui l’invenzione può essere utilizzata industrialmente);

  • Vantaggi e/o Varianti (illustrare i vantaggi offerti dalla nuova soluzione e descrivere se esistono quali varianti possono essere apportate al trovato).

Rivendicazioni (da iniziare su una nuova pagina)

La descrizione deve concludersi con una o più rivendicazioni, in cui vanno indicate in modo sintetico le parti essenziali e nuove del trovato per le quali si vuole ottenere la protezione. Ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola di tali parti. 

esempio

                                                      RIVENDICAZIONI

1)………………………………………………………………………………………

2)……………………………………………………………………………………….

3)……………………………………………………………………………ecc

 

ESONERO DAL PAGAMENTO DEGLI DIRITTI

Sono esonerati dal pagamento dei diritti di deposito e di trascrizione, relativamente ai brevetti di invenzione e ai modelli di utilità, le università, le amministrazioni pubbliche aventi tra i loro scopi istituzionali finalità di ricerca e le amministrazioni della difesa e delle politiche agricole, alimentari e forestali (art. 2 del Decreto 02/04/2007 del Ministero dello Sviluppo Economico)

La modulistica è disponibile sul sito www.uibm.gov.it

Ultima modifica

17/08/2017

Riferimenti in quest\'area

Via Conte di Ruvo,2 Pescara, Abruzzo, Italia
Orari al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 12.45;
Martedì e Giovedì 15.00-16.30.

Il deposito dei brevetti può essere effettuato dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
Telefono: +39 0854536214-216
Referente: 6483
Caricamento Google Maps.......attendere
Leggi anche
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCCIAA

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it