CCIAA Pescara

Trasferimenti di sede

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Visure in inglese
Qualificazione filiere
Servizio di Mediazione
Verifiche PA
Fatture -PA
Atti depositati
Registro Imprese
Trail Abruzzo
Worldpass
Contratti di rete
Birtt
Servizio SNI
Centro Estero

16.1 Trasferimento sede nella stessa provincia (art. 2300 c.c.)

TERMINE: 30 giorni data atto.

Codice atto: A04.

MODULO S2. La distinta dovrà essere sottoscritta dal notaio con le modalità indicate nelle NOTE GENERALI.

Allegati:

  • atto notarile di modifica dei patti sociali, seguendo le indicazioni previste nelle NOTE GENERALI.

  • Diritti di segreteria  € 90,00 (telematico) € 120,00 (supporto informatico);

  • Imposta di bollo € 59,00;

 

Attività soggette ad autorizzazione amministrativa

Nel caso la società eserciti una attività soggetta ad autorizzazione amministrativa (comune, questura, ecc.) è necessario allegare la prova di avvenuta presentazione della domanda di trasferimento alla competente amministrazione.

 

 

16.2 Trasferimento sede da altra provincia - Adempimento da eseguire nella sola provincia di destinazione (art. 2300 c.c.)

TERMINE: 30 giorni data atto.

Con l’entrata in vigore del DPR n. 558/1999 l’adempimento deve essere effettuato solo presso la Camera di Commercio ove si trasferisce la sede.

Codice atto: A02.

MODULO S2. La distinta dovrà essere sottoscritta dal notaio o da un amministratore con le modalità indicate nelle NOTE GENERALI.

Allegati:

  • atto notarile di modifica dei patti sociali, seguendo le indicazioni previste nelle NOTE GENERALI; 

  • Diritti di segreteria  € 90,00 (telematico) € 120,00 (supporto informatico);

  • Imposta di bollo € 59,00; 

Attività esercitata

Per l’inizio dell’attività nella provincia di destinazione deve essere allegato il Modulo S5 o UL.

Se si vuole continuare l’attività presso la vecchia sede è necessario allegare al modello S2 il modello S5 per la denuncia dell’attività prevalente e comunque presentare presso la CCIAA di provenienza il Modulo UL (comprese le eventuali autorizzazioni nel caso l’attività vi sia soggetta).

 

Praticamente il modello S5 va sempre allegato al modello S2 per denunciare l’inizio attività presso la nuova sede e/o per denunciare l’attività prevalente dell’impesa. Resta inteso che questo adempimento deve avvenire a seguito della registrazione di un fatto economico avvenuto e riscontrabile (tipo apertura UL o inizio attività presso la nuova sede) (in pratica un mod. S2 di trasferimento + modello S5 solo per l’attività prevalente dell’impresa, senza che sia presente alcuna UL operativa sul territorio nazionale non è accettabile, cioè l’attività prevalente deve essere denunciata a seguito di un modello REA).

 

Si ricorda altresì che esistono Unità locali che non attivano l’impresa (ufficio amministrativo, deposito di merci proprie).

 

Diritto annuale

Si ricorda che in tal caso il diritto annuale è dovuto solamente alla Camera di Commercio ove era ubicata la sede dell’impresa al 1° gennaio.

 

 

16.3 TRASFERIMENTO SEDE NELLAMBITO DELLO STESSO COMUNE (VARIAZIONE INDIRIZZO)

(ART. 111-TER DISP.ATT. C.C.)

TERMINE: nessuno

  • codice atto: A99

  • Modulo S2. La distinta dovrà essere sottoscritta da un amministratore, con le modalità

  • indicate nelle NOTE GENERALI.

  • Diritti di segreteria pari a Euro 30,00 (con supporto informatico Euro 50,00)

  • Imposta di bollo pari a Euro 59,00

 

Attività soggette ad autorizzazione amministrativa

Nel caso la società eserciti una attività soggetta ad autorizzazione amministrativa (comune, questura, ecc.) è necessario allegare la prova di avvenuta presentazione della domanda di trasferimento alla competente amministrazione (o indicarne gli estremi).

Occorre che la società sia stata costituita prevedendo tale ipotesi (art. 111 ter disp.att.c.c.) o che i patti sociali siano stati modificati in tal senso.

                                         

 

16.4 Trasferimento sede per variazione toponomastica

TERMINE: nessuno.

Codice atto: A99.

MODULO S2. La distinta dovrà essere sottoscritta da un amministratore con le modalità indicate nelle NOTE GENERALI.

Allegati:

  • Certificato del Comune dal quale deve risultare il nuovo indirizzo e che trattasi di variazione toponomastica ovvero autocertificazione attestante che trattasi di variazione toponomastica.

  • Diritti di segreteria NON PREVISTO

  • Imposta di bollo NON PREVISTO

  • Per la Camera di Commercio di Teramo e Chieti: Diritti € 30,00 – Bolli € 59,00

Ultima modifica

13/10/2011
Leggi anche

Focus correlati

22-01-2018
Da domani 23 gennaio 2018, coloro che devono rivolgersi allo sportello Firma Digitale/Carte tachigrafiche della sede di ....
18-01-2018
Il Ministero dello Sviluppo Economico con nota n. 26505 del 16/01/2018 ha ritenuto non necessario aggiornare le misure ....
12-12-2016
Formazione gratuita ed accesso agevolato al credito. Questi sono i contenuti di "Crescere Imprenditori in Abruzzo", ....
09-12-2016
Torna la pillola settimanale d'informazione della Camera di Commercio di Pescara e del Centro Estero delle Camere ....
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni :: Azienda certificata ISO 9001:2008

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it