CCIAA Pescara

Curatore fallimentare

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Visure in inglese
Qualificazione filiere
Servizio di Mediazione
Verifiche PA
Fatture -PA
Atti depositati
Registro Imprese
Trail Abruzzo
Worldpass
Contratti di rete
Birtt
Servizio SNI
Centro Estero

Curatore fallimentare: comunicazione del proprio indirizzo PEC al Registro Imprese

Il curatore fallimentare, entro dieci giorni dalla propria nomina, deve comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), per l'iscrizione al Registro Imprese (art. 1, comma 19 della legge n. 228/2012).

La pratica di comunicazione unica va predisposta indicando, tra le informazioni relative al domicilio,  l'indirizzo di posta elettronica certificata.

Si avverte che l'adempimento può essere svolto contestualmente  (purché entro 10 giorni dalla nomina) a quello di cui all'art. 29 del D.L. n. 78/2010.

Il Ministero dello Sviluppo Economico con nota del 04/02/2013, ha chiarito che, se la sentenza di fallimento non autorizza l’impresa all’esercizio provvisorio dell’attività, il curatore comunica la propria PEC in sostituzione dell’indirizzo di posta elettronica certificata dell’impresa (se già iscritto nel registro imprese). In questo caso l’adempimento non è soggetto a imposta di bollo e a diritto di segreteria.
Se invece il fallimento autorizza l’impresa all’esercizio provvisorio dell’attività, la PEC del curatore deve aggiungersi a quella dell’impresa. In questo caso l’adempimento è soggetto al pagamento del solo diritto di segreteria da 10,00 Euro.

Ultima modifica

15/03/2013
Leggi anche
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni :: Azienda certificata ISO 9001:2008

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it