CCIAA Pescara

Bollatura Libri

Angolo alto SX
Angolo alto DX
Pattern iniziale
Logo CCIAA Pescara
Google Plus
RSS
Hai bisogno della conciliazione
Servizio di Mediazione
Verifiche PA
Fatture -PA
Registro Imprese
Trail Abruzzo
Worldpass
Birtt
Servizio SNI
Centro Estero
La bollatura (o vidimazione iniziale) dei libri sociali e dei registri è un adempimento disciplinato dal Codice Civile (artt. 2215, 2218, 2421) e da alcune norme speciali.
N. B: ricordiamo che la vidimazione ANNUALE di un medesimo libro/registro è stata abolita nel 1994: adesso, un libro deve essere bollato solo prima di esser messo in uso.
La bollatura è obbligatoria in relazione al tipo di libro e al regime giuridico dell’impresa. Per quanto riguarda i libri giornale, inventari, i registri fiscali (IVA e beni ammortizzabili), la legge 383/2001 ha abolito l’obbligo della bollatura (la loro tenuta, ovviamente, è ancora prevista).
Sostanzialmente, quindi, la bollatura obbligatoria è prevista per i libri sociali delle società di capitali e delle cooperative, nonché per libri/registri previsti da norme speciali.
Tra i registri speciali distinguiamo (elenco non esaustivo):
registro di carico/scarico rifiuti speciali (Dlgsl 4/2008);
formulario di identificazione dei rifiuti trasportati (Dlgsl 22/1997);
registro di contabilità lavori.
 
La Camera di Commercio di Pescara è competente per la bollatura di libri/registri delle ditte che hanno la sede legale nella provincia. Possono essere bollati anche i formulari trasporto rifiuti delle ditte con sede legale fuori provincia, che abbiano unità locali nella stessa. Per questa tipologia di registro è competente anche l’Agenzia delle Entrate . I libri sociali possono essere bollati anche da un notaio di qualsiasi distretto territoriale.
La presentazione presso questo ufficio dei libri da bollare necessita della compilazione del modello L2, ove vanno indicati i dati identificativi dell’impresa. Tale modello può esser presentato anche da un incaricato. Qualora vengano utilizzati registri a fogli singoli o a modulo continuo, è necessario che in ogni pagina compaiano la denominazione della ditta (o il codice fiscale), il tipo di libro ed ovviamente la numerazione progressiva. I libri giornale e inventari devono presentare la numerazione affiancata dall’indicazione dell’anno.
 
DIRITTI DI SEGRETERIA
Ammontano ad € 25,00 per ogni libro e per ogni 500 pagine, ad eccezione del formulario rifiuti, che non comporta alcun onere.
 
TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA
Se applicata alle società di capitali e’ pari ad € 309,87 ( € 516,46 qualora il capitale sociale, al primo gennaio dell’anno di riferimento, sia superiore ad € 516.456,90) e va versata all’Agenzia delle Entrate entro il 16 marzo. Il primo versamento va effettuato sul c/c postale 6007, intestato all’Agenzia delle Entrate; per i successivi va utilizzato il modello F24, sezione “Erario”, codice tributo 7085.
Se riferita alle società di persone, alle cooperative e ai consorzi, l’importo grava su ciascun registro che viene bollato e per ogni 500 pagine dello stesso; il valore è pari ad € 67,00, e può essere assolto con un versamento sul c/c 6007 o applicando una marca di concessione governativa di pari importo sull’ultima pagina del libro.
Per le cooperative edilizie tale importo è pari ad € 16,75, mentre i formulari rifiuti ed i registri di carico/scarico degli stessi sono esenti.
 
IMPOSTA DI BOLLO
E’ pari ad € 16,00 per ogni 100 pagine di libro. Sono esenti il formulario rifiuti e il registro di carico/scarico degli stessi, nonché i registri delle cooperative sociali. Ricordiamo che per le imprese individuali, società di persone, consorzi, associazioni e fondazioni, la bollatura di libro giornale e inventari è facoltativa; se vengono presentati per la bollatura, l’imposta di bollo viene raddoppiata (€ 32,00 ogni 100 pagine).
 
 
 
ALTRE MODIFICHE
Tra gli errori frequenti rivedere i riquadri relativi a:
1)      la dichiarazione di conformità: specificare che la stessa non è necessaria per la documentazione allegata solo a fini probatori;

2)      bilancio finale di liquidazione l’atto deve essere registrato solo nel caso in cui ci sia un utile di liquidazione.

Leggi anche

Focus correlati

05-05-2014
Anche per quest'anno è stato predisposto il manuale per il deposito dei bilanci. Inoltre, vista la sperimentazione ....
01-04-2014
Dal 1 aprile 2014 entrano iin vigore le nuove tariffe per i servizi di metrologia legale. Nel settore della distribuzione ....
02-05-2013
Dal 3 maggio sarà attivo, in sede di deposito del bilancio, il riconoscimento delle Startup Innovative che consente ....
02-05-2013
E' possibile avere un appuntamento con il personale del Registro Imprese che si occupa delle pratiche di aggiornamento ....
- Inizio della pagina -

Camera di Commercio di Pescara - P.IVA 00338600687 - PEC cciaa.pescara@pe.legalmail.camcom.it
Progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni :: Azienda certificata ISO 9001:2008

Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il progetto CCIAA Pescara è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it